Storia di Capitanata

Lunedì, Ottobre 25, 2021

Please wait while JT SlideShow is loading images...
Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)

Appuntamento il il 24 novembre con la prossima conferenza dell Centro di Ricerca e di Documentazione per la Storia della Capitanata. Tema dell’incontro il Bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis, storico e critico della letteratura italiana nonché uomo politico di notevole spessore. L’incontro si svolgerà come di consueto presso la sala conferenze della Biblioteca comunale “Minuziano”, in largo Sanità a San Severo alle ore 17.30.
Dopo i saluti istituzionali di Francesco Miglio, Sindaco di San Severo, e di Celeste Iacovino, Assessore alla Cultura, interverranno Giuseppe Clemente, Presidente del CRD Storia Capitanata che parlerà di “Francesco De Sanctis e il Collegio elettorale di San Severo”, Francesco Barra, dell’Università degli Studi di Salerno, che interverrà sulla questione demaniale e si soffermerà sui “Viaggi elettorali” di Francesco De Sanctis, e Giovanni Brancaccio, dell’Università degli Studi “D’Annunzio” di Chieti-Pescara, che approfondirà l’impegno intellettuale di De Sanctis e la lotta politica negli anni de “La Giovinezza”. Presiede l’incontro Raffaele Colapietra. La conferenza sarà preceduta da un altro momento dedicato al politico campano, lo scoprimento della lapide a lui dedicata a Palazzo Celestini alla presenza del Sindaco Miglio.
Patriota e anche uomo di scuola, De Sanctis, per ben quattro legislature, dalle elezioni del 22 e 29 ottobre 1865 (IX legislatura) a quelle dell’8 e 15 novembre 1874 (XII legislatura), è stato eletto Deputato nel collegio elettorale di San Severo. Era molto legato a San Severo e in quel suo piccolo capolavoro che è “Un viaggio elettorale,” Francesco De Sanctis, in una sosta in casa dell’amico Vincenzo Gervasio, Segretario della Società Operaia di Mutuo Soccorso, fumando un sigaro (IV – Fantasmi notturni – San Severo, 18 febbraio 1874), si lasciò andare a profonde meditazioni: «Ecco qui il mistero delle cose. Il sigaro fumato non esiste più; ciò che esiste è il fumo che formerà nuove combinazioni, nuove esistenze. Ed io che sarò? Un sigaro fumato. Bella consolazione! Niente muore, tutto si trasforma. Una gran frase, sicuro, per farci ingoiare la pillola. E la pillola è che l’individuo muore e non torna più».
L’evento è organizzato dal Centro di Ricerca e di Documentazione per la Storia della Capitanata in collaborazione con il comune di San Severo – Assessorato alla Cultura.

Pubblicato in Gli Eventi

Sondaggio

Che ruolo ha la Storia nella vostra vita?

Chi è Online

 25 visitatori online