Storia di Capitanata

Domenica, Marzo 07, 2021

Please wait while JT SlideShow is loading images...
Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)Premio Capitanata 2018 (Ottava Edizione)
Mercoledì, 17 Febbraio 2021 10:43

GIUSEPPE CLEMENTE PRESIDENTE ONORARIO DEL CRD

Il Consiglio Direttivo del CRD - Storia Capitanata, su proposta della Presidente Dina Contò, all’unanimità, ha conferito a Giuseppe Clemente il titolo di Presiedente Onorario del CRD - Storia Capitanata.
Socio fondatore e per un ventennio presidente del CRD stesso, nonché animatore e ricercatore, il prof. Clemente è socio dell’Accademia Pugliese delle Scienze Morali, ispettore Archivistico onorario, membro dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e della Società di Storia Patria per la Puglia, studioso di storia patria con particolare riferimento al Brigantaggio Postunitario, al Risorgimento e ai caduti di San Severo nella prima Guerra Mondiale.                                                                          

Pubblicato in Gli Eventi

Era il 13 novembre 1767 quando don Pietro Antonio Torelli, regio uditore del Tribunale della Dogana di Foggia, riceve una lettera di sua maestà, re Ferdinando IV, che ordina l’immediata espulsione, lo sfratto e il sequestro di beni e capitali dei Gesuiti del Regno e, quindi, la confisca delle loro proprietà nel territorio della Dogana. I Gesuiti, sconfitti, pagavano così la loro intuizione in anticipo sui tempi della necessità dell’apertura della Chiesa al mercato globale con opportuno rispetto e tolleranza degli altri culti. In questo scenario geopolitico comincia nella nostra terra una delle più affascinanti sfide dell’Illuminismo. “I figli del Gesuita” narra la storia di una delle più belle utopie del movimento riformatore del’700 che immaginava una società perfetta, basata sul lavoro agricolo e organizzata in cinque piccole città del Tavoliere delle Puglie, i cinque Reali siti di Ordona, Carapelle, Orta Nova, Stornara e Stornarella.

Scritto da Francesco Mercurio, la presentazione del libro si terrà martedì 27 ottobre alle ore 18, presso la Sala conferenze della Biblioteca comunale “Minuziano”  con il contributo del CRD – Centro di ricerca e documentazione per la Storia della Capitanata e dalll’Associazione “Magna Capitana” – Amici della Biblioteca.

Oltre all’intervento dell’autore che presenterà il suo ultimo lavoro, interverranno Giuseppe Clemente, presidente del Crd, e Francesco Andreatta, presidente dell’Associazione “Magna Capitana” – Amici della Biblioteca. I brani del testo, invece, saranno letti da Francesco Gravino.

Pubblicato in Gli Eventi

Sondaggio

Che ruolo ha la Storia nella vostra vita?

Chi è Online

 18 visitatori online